Ciao e benvenuto sul Portale & Forum MASERATI
Per poter visualizzare tutte le sezioni del forum e del portale, devi registrarti. Una volta registrato ricordati di presentarti nell'apposita sezione "PRESENTAZIONI".

La registrazione a www.repartocorse2.com è completamente gratuita.

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Masera21




Il numero uno dei Portali & Forum dedicati agli amanti e/o possessori delle automobili Maserati dal 1914 ad oggi
 
EventiPubblicazioniIl triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Untitl12IndiceRegistratiAccedi
Ultimi argomenti attivi
» Officina Ripristina
Da ammiraglio66 Lun 20 Set 2021 - 12:30

» Maserati Grecale
Da fritz287 Lun 13 Set 2021 - 15:58

» Alla fine è arrivata!
Da masimase Lun 13 Set 2021 - 15:40

» Maserati Quattroporte 2.0 - drive
Da Antonioquattroporte1994 Dom 12 Set 2021 - 14:59

» Ghibli addio
Da fritz287 Ven 10 Set 2021 - 11:42

» New entry
Da Danielebiagio Mer 8 Set 2021 - 13:15

» Buongiorno
Da Max80 Mer 8 Set 2021 - 9:29

» Maserati MC20
Da Zoldher Dom 22 Ago 2021 - 2:04

» Maserati GranTurismo 2022-2023
Da Angelo Sab 21 Ago 2021 - 22:31

» Ciao a tutti
Da robbi Ven 20 Ago 2021 - 11:28

» Salve
Da robbi Ven 20 Ago 2021 - 11:23

» Buongiorno
Da Angelo Lun 16 Ago 2021 - 8:34

» ciao
Da ofpipetrella Mer 11 Ago 2021 - 12:53

» Cielino Coupé Cambiorsa
Da Giancarlo224 Mer 28 Lug 2021 - 9:11

» Salve a tutti
Da Dari8V Gio 15 Lug 2021 - 8:21

» Gamma model year 22
Da Dari8V Lun 12 Lug 2021 - 12:16

» MV 3200 GTC (Restomod su 3200 GT)
Da Dari8V Gio 8 Lug 2021 - 18:43

» All'asta la Ghibli di Frank Sinatra
Da Maurizio Mar 6 Lug 2021 - 17:45

» Ciao dalla Francia
Da Davide Giuriato Dom 4 Lug 2021 - 21:34

» Il vento sta davvero cambiando
Da Dari8V Mar 29 Giu 2021 - 8:37


 

 Il triste decalogo delle caratteristiche perdute

Andare in basso 
+21
bruno bg
sroby1
Lucky
AndreaGhibliGT
Davide Giuriato
Marcello
Patrizio
moderno
Andrea 2.24v
Roberto
Krav
Assettocorsa
mauro3200
diegob83
parilla77 - Riccardo
maserati vintage
SKID
masimase
Dari8V
Jak
Claudio
25 partecipanti
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Successivo
AutoreMessaggio
Claudio
MODERATORE
Claudio

Età : 43

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Gio 24 Gen 2008 - 2:41

@Krav ha scritto:
Sono d'accordo con Assettocorsa;

è vero che gli USA hanno norme anti-inquinamento più severe delle nostre, tanto da causare sovente problemi alle case costruttrici per l'omologazione... la famosa Porsche 911 "turbolook" dell' 84 nacque per l'appunto per l'impossibilità di montare i motori turbo sulle auto destinate al mercato americano...e giustamente la casa di Stoccarda mantenne la carrozzeria bombata anche con motore aspirato;
Però era il 1984... oggigiorno presumo che tali problemi tecnici siano ampiamente superabili, volendo... basti pensare al gran numero di auto elencate da Assettocorsa tranquillamente (mi auguro) commercializzate negli Stati Uniti.
Comunque (ma quante volte ne abbiamo parlato?), in Maserati ben difficilmente si tornerà al Turbo, perlomeno fino a quando resterà immutata la condizione sinergica con la ferrari...

Considerando invece che la Spider è, come giustamente sottolineato da Claudio, stata considerata "troppo piccola" per il mercato americano, chissà che non nasca una "Granturismo Spyder" con tetto rigido, a mo' di Mercedes sl... credo che in USA ne venderebbero moltissime.

Intendiamoci: non è che un sovralimentato non può essere fatto per ragioni tecniche (tutto si può fare), no, affatto

E inoltre dati alla mano i 4200 aspirati consumano leggermente di più dei vecchi 3200 sovralimentati (sempre che questo parametro interessi gli acquirenti di simili vetture...)

Sono le attuali scelte aziendali che lo escludono per una precisa volontà.

Certo che in america vengono commercializzate anche auto turbo, ma là la tendenza è quella di motori generosi di cilindrata su grosse auto sportive, e le aziende assecondano i gusti dei potenziali acquirenti.

Il paragone con Porsche non regge. Fosse per i tecnici Porsche loro la 911 l'avrebbero pensionata da tempo in favore di auto come la 928. Tuttavia il porschista è diventato un fanatico di quell'auto e dovendo anche loro rispondere ai loro clienti devono inventarsi qualsiasi diavoleria per pompare queste 911 e non potendo per ragioni di spazio aumentare troppo la cilindrata, non possono che ricorrere al turbo.

Non dimentichiamo che Maserati vende ogni anno negli USA quasi 4000 auto nuove da oltre 100 mila euro, e in termini di numeri questi 4000 yankees contano MOLTO di più di qualche centinaio di nostalgici delle Biturbo quali siamo (orgogliosamente) noi.

Non dimentichiamo che chi lavora lì dentro deve produrre dei risultati per percepire uno stipendio, e coloro i quali vi lavorano ora stanno ottenendo indiscutibili risultati. Nel mondo dell'auto a tutti i livelli c'è ben poca passione e a farla da padrone sono gli interessi economici.

Krav: l'ipotesi più probabile di futura spider Maserati è la versione cabrio della Granturismo
Torna in alto Andare in basso
Krav
MODERATORE
Krav

Età : 56

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Gio 24 Gen 2008 - 10:55

Claudio,

hai ragione senza ombra di dubbio,
l'interesse verso il mercato americano DEVE essere prioritario, ci mancherebbe... senza di esso sarebbero "cavoli amari"...

Sono certo che una versione della Granturismo in versione Spyder sarebbe molto bella, purché sia concepita con il tetto "rigido". Anche io condivido il punto di vista espresso da Roberto ed altri secondo cui il tetto in tela ha un fascino di livello superiore, purtroppo però sappiamo tutti che la maggior parte degli acquirenti non sono propriamente appassionati della Storia Maserati o dei classici in versione Spider... l'IDIOTA che ha parcheggiato la Granturismo su un'aiuola ne è palese testimonianza.
Tu l'avresti mai fatto? Credo proprio di no, avresti rinunciato alla partita... Wink
Quindi con il tettuccio rigido (che comunque non disprezzo, anzi) credo che aumenterebbero di molto le chances per un maggior numero di vendite negli States, cosa che, come giustamente hai fatto notare, serve anche a portare a casa la "pagnotta".

Per quanto concerne i Turbo... è vero che il Boxter Porsche, necessariamente di dimensioni "ridotte", non consente incrementi di cilindrata tali da consentire di ottenere grandi potenze senza usufruire del Turbo, però i tecnici Porsche hanno fatto un lavoro tanto certosino da non far sembrare cio' per nulla un "compromesso", dando così alle loro auto delle prestazioni mostruose.

Anche per questo il Turbo sulle Maserati "mi manca"... i motori aspirati non consentono, soprattutto abbinati a carrozzerie non proprio leggerissime, di ottenere la cattiveria necessaria per rientrare nella ristretta cerchia di vetture con prestazioni "al top", cosa che dovrebbe far parte del DNA Maserati...

Queste considerazioni personali non vanno viste necessariamente come critica alla gestione Maserati (o Ferrari?), però, se hai seguito l'argomento "Brera", non vorrei mai leggere su un forum di Porschisti un paragone analogo, con protagoniste una qualunque Turbo di Stoccarda ed una GLORIOSA Maserati, nella quale quest'ultima fa la pessima figura della Brera... eh no, eh!
Torna in alto Andare in basso
masimase

masimase

Età : 44

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Gio 24 Gen 2008 - 11:57

L'auto europea e in particolare le marche italiane hanno da sempre dettato legge nel mondo e chiaramente negli usa per la loro tecnica e per il loro design -si pensi a modelli come lancia b24, alfa giulia e seguenti, le varie ferrari dalla daytona alla 308 e seguenti le varie maserati alle varie jaguar morgan daimler e così via...tutte tanto diverse dalle auto americane dell'epoca ma al tempo stesso amate e apprezzate per la loro diversità e bellezza.
Oggi si fa il contrario cioè si adegua il design al gusto del mercato e a mio parere è un grave errore...il gusto lo si crea non lo si modella a seconda delle esigenze di mercato...viviamo oggi di rendita...cioè sulle scelte coraggiose che uomini con le palle ai tempi hanno fatto ( tra cui includo de tomaso ) creando grandi auto e perciò grandi marchi.
Dario sono perfettamente d'accordo sul tema lancia....ma è possibile oggi che se si pensa all'auto 4*4 si pensa solo a Subaru?? Con tutti i successi che lancia ha avuto in passato penserei al rilancio della delta...magari!!
Torna in alto Andare in basso
Dari8V
MODERATORE
Dari8V

Età : 48

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Gio 24 Gen 2008 - 16:04

Personalmente penso alle Lancia non tanto alla trazione integrale (in tutto e per tutto progettata in Fiat, usata in Lancia grazie ad Uomini come Cesare Fiorio e altri), ma alla trazione POSTERIORE: questa noi siamo stati abituati ad identificarla solo con le Alfa, ma Lancia vinceva rally e corse di durata con le Aurelia a trazione posteriore quando gli altri ancora non erano nati.
Sempre Aurelia adottava le soluzioni tecniche di assoluta avanguardia ben 20 anni (venti, non 1 o 2) prima che li usasse ad esempio l'Alfa (e da questa decantate e pubblicizzate come il non plus ultra, giustamente, ma 4 lustri dopo...).

Naturalmente Lancia ha perseverato poi nell'eccellenza sia con trazioni anteriori e integrali.

Insomma, il potenziale storico che le Case italiane vantano e' talmente enorme che qualunque Marchio farebbe di tutto per poterlo vantare.
Intanto i nostri ometti marketing pubblicizzano le ipsilon colorate e le fiat-romeo fatte con lo stampino delle (pur valide) bravo & c..
Torna in alto Andare in basso
Assettocorsa



Età : 45

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Gio 24 Gen 2008 - 20:08

@Claudio ha scritto:
@Krav ha scritto:
Sono d'accordo con Assettocorsa;

è vero che gli USA hanno norme anti-inquinamento più severe delle nostre, tanto da causare sovente problemi alle case costruttrici per l'omologazione... la famosa Porsche 911 "turbolook" dell' 84 nacque per l'appunto per l'impossibilità di montare i motori turbo sulle auto destinate al mercato americano...e giustamente la casa di Stoccarda mantenne la carrozzeria bombata anche con motore aspirato;
Però era il 1984... oggigiorno presumo che tali problemi tecnici siano ampiamente superabili, volendo... basti pensare al gran numero di auto elencate da Assettocorsa tranquillamente (mi auguro) commercializzate negli Stati Uniti.
Comunque (ma quante volte ne abbiamo parlato?), in Maserati ben difficilmente si tornerà al Turbo, perlomeno fino a quando resterà immutata la condizione sinergica con la ferrari...

Considerando invece che la Spider è, come giustamente sottolineato da Claudio, stata considerata "troppo piccola" per il mercato americano, chissà che non nasca una "Granturismo Spyder" con tetto rigido, a mo' di Mercedes sl... credo che in USA ne venderebbero moltissime.

Intendiamoci: non è che un sovralimentato non può essere fatto per ragioni tecniche (tutto si può fare), no, affatto

E inoltre dati alla mano i 4200 aspirati consumano leggermente di più dei vecchi 3200 sovralimentati (sempre che questo parametro interessi gli acquirenti di simili vetture...)

Sono le attuali scelte aziendali che lo escludono per una precisa volontà.


Ok Claudio, nelle tue frasi succitate, e da me quotate, hai detto tutto....e mi confermi ciò che penso!Cioè, che manca l'intenzione...e se manca quella, il "volere", muore subito tutto!Ma ribadisco, và benissimo anche così, che cavolo!La Maserati vende bene, è in attivo, produce gioielli stradali potenti e pure "comfortevoli", niente da eccepire!L'adozione di propulsori aspirati di derivazione Ferrari, che per molti di noi è un "sacrilegio", per gran parte della "massa" (che poi però è quella che compra e caccia gli euro/dollari) è un motivo di vanto!!!!!!Perchè "Questa è una Maserati che in più monta un motore Ferrari!!!".E a me, fà venire un pochino l'orticaria, l'orchite, il sangue alla testa, ecc.....pensare a gente che compra una Quattroporte da 130.000 euro e và in giro a farsi bello dicendo che sotto il cofano in realtà batte un cuore Ferrari.....
Però è così, oggigiorno più che mai la legge del mercato e del profitto stà davanti a tutto e tutti! Ma qui si parlava dell'abbandono del turbo a favore dell'aspirato, che è stato scelto per motivi di sinergie aziendali e conseguentemente di profitto......l'importante è, ripeto, non pararsi dietro cavolate del tipo "emissioni inquinanti", come se noi si avesse l'anello al naso!
Torna in alto Andare in basso
Roberto
AMMINISTRATORE
Roberto

Età : 59

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Ven 25 Gen 2008 - 22:49

Citazione :
da ASSETTOCORSA...

.....pensare a gente che compra una Quattroporte da 130.000 euro e và in giro a farsi bello dicendo che sotto il cofano in realtà batte un cuore Ferrari.....

Guardate il video in basso a destra nel portale..... hands23
Torna in alto Andare in basso
moderno



Età : 51

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Sab 26 Gen 2008 - 22:58

sarebbe il momento di produrre una piccola maserati con un primo prezzo , come fu fatto per la biturbo , una macchina da colpire il cuore , dotandola di un motore potente ed ecologico , un modello fuori dagli schemi
ancora oggi incontro appassionati di auto innamorati della biturbo che continuano a rivalutare tutta la serie
un modello piccolo che riprenda le fattezze della 4 porte farebbe la fortuna della maserati ...dotata dello stile italiano e degli inteni in pelle farebbe capitolare milioni di appassionati .
bisogna avere il coraggio dei propi mezzi
coloro che saranno lungimiranti nella produzione di motori sportivi ed ecologici lasceranno il segno nella storia dei motori , i piu bravi sono coloro che ci arrivano per primi.
Torna in alto Andare in basso
Patrizio

Patrizio

Età : 57

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mer 30 Gen 2008 - 19:58

Personalmente rimpiamgo moltissimo la sobrietà e l'eleganza delle Maserati anni '50 e '60!
Vedremo mai più auto meravigliose come la 3500 gt o la Sebring?
Seducenti per le loro linee e dotate di propulsori potenti e davvero indistruttibili.

Forse esagero, ma ritengo che in nessun'altra parte del mondo ed in nessun'altra epoca siano mai state create automobili tanto belle!
Veri capolavori, opere d'arte eterne! Automobili regali (non a caso venivano acquistate da tutte le teste coronate d'europa e del mondo).

E' un vero peccato che Maserati non cerchi di tenere in vita una tanto preziosa ed assolutamente esclusiva eredità, magari soltanto riprendendo a chiamare le proprie vetture con i nomi del vento o di circuiti storici.

Nelle vecchie reclame della Biturbo si leggeva: "MASERATI LA CLASSE PER TRADIZIONE" oppure "MASERATI TRADIZONE ITALIANA".
Torna in alto Andare in basso
Marcello

Marcello

Età : 49

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Dom 10 Feb 2008 - 23:13

Ciao Claudio

Rispondo in ritardo a queste tue considerazioni...complimenti come sempre.Mi trovi perfettamente in sintonia con i punti che hai osservato. Penso siano in molti a rimpiangere una Maserati genuina come quelle di una volta...e quante volte mi sono levato il gusto di troncare la parola e certi saccenti che mai in vita loro hanno guidato una Maserati e quantomai una Biturbo et similia e dicono "si ma quelle di adesso sono un'altra cosa..."io rispondo "si...proprio un'altra cosa,(con RISPETTO parlando anche per chi di noi ha Maserati post Ferrari)ma nel bene o nel male io in garage ho una Maserati vera a 360°."
Se penso alla Shamal...certo...io adoro anche la 4200 e tanto di cappello...ma che nostalgia... gnammy28
Torna in alto Andare in basso
Claudio
MODERATORE
Claudio

Età : 43

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 2:46

Marcello, comprendo e in parte condivido il tuo punto di vista, secondo me bisogna però fare attenzione a dividere le Maserati tra Maserati vere e Maserati meno vere, tra Maserati a 360° e Maserati a gradazione inferiore.

Negli anni '80 quando erano nuove e non godevano ancora della "cattiva fama" ma anzi erano l'ambìto oggetto del desiderio dell'Italia motoristica, le Biturbo erano pesantemente criticate da alcuni possessori di Maserati precedenti, che non le consideravano "vere" Maserati, (compatte, dal prezzo contenuto e dalla diffusione ampia, fatte a Lambrate, ecc) e chi aveva da poco acquistato una delle ultime Merak ribadiva orgoglioso di avere "una delle ultime vere Maserati".

Questa divisione era tale che i proprietari di vecchie GT si erano riuniti nel "Registro Maserati" che non accettava le Biturbo, cui deTomaso aveva risposto prontamente fondando il "Club Maserati" dedicato prevalentemente alle Biturbo e derivate. Non era una divisione storiche-moderne in quanto negli anni '80 chi comprava una QuattroporteIII nuova andava nel Registro e chi comprava una Biturbo andava nel Club, inoltre teoricamente anche le storiche potevano partecipare ai raduni del Club, ma erano mosche bianche...
Memore di questo passato neanche troppo lontano, mi viene da storcere la bocca quando sento discorsi di Maserati più vere di altre...nonostante i sentiemnti nostalgici che si evincono da questo mio thread, io ho sempre pensato che ogni vettura che porti un tridente sul cofano dal 1926 a oggi sia una Maserati al 100% (Dario, ricordi il famoso elenco?), e le Maserati attuali a mio avviso lo sono. Poi possiamo criticarle su tutto, per carità, ma Maserati restano.

Insomma noi biturbisti siamo stati oggetto negli anni di varie "discriminazioni" (alcune vere, altre presunte con un pò di vittimismo), fortunatamente ormai quasi completamente superate: sarebbe a mio avviso pericoloso cadere nello stesso errore

Accetto discriminazioni in tal senso solo da chi ha una Tipo 26, che potrebbe guardare a ragion veduta dall'alto in basso il possessore di una 450S dicendogli con sufficienza "quella non è una vera Maserati, è una vettura della gestione Orsi"... Twisted Evil
Torna in alto Andare in basso
Davide Giuriato
MODERATORE
Davide Giuriato

Età : 55

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 15:22

L’ ultima vera Maserati, l’ultima vera Lancia, l‘ultima vera Alfa….............
Quante volte ho sentito queste frasi. Succede sempre quando si cambiano gestioni e/o soluzioni progettuali.
Senz’altro, se la Maserati venisse ceduta all’Audi, o cambiasse tipo di trazione'sticazzi'si direbbe che le ultime “vere” Maserati sono le attuali.
Torna in alto Andare in basso
AndreaGhibliGT

AndreaGhibliGT

Età : 49

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 15:59

Di sicuro, anche se tutte sono Maserati, possiamo dire che i motori biturbo sono stati gli ultimi costruiti in Maserati, che come ha detto Claudio, ora si limita ad assemblare "anche le carrozzerie e non solo i motori vengono dalla Ferrari che ha il merito di uno dei meglio impianti di verniciatura al mondo" e mi è capitato già diverse volte vedere documentatri sulla Ferrari, ed intravedere nel reparto verniciatura delle 4 porte.
Comunque tutto il mio rispetto alla nuova gestione che ha saputo risollevare un marchio dal glorosio passato, ridando persino valore alle tanto vituperate biturbo.
E se spesso capita nelle nuove concessionare di essere snobbati, sappiate che dato che la maggior parte dei Dealer sono in origine Ferrari e sono stati costretti a prendersi anche Maserati, e neppure loro hanno una grossa considerazione neppure di quelle nuove.
P.S.
mi è capitato per lavoro di andare a Montecarlo è naturalmente ho fatto un salto alla concessionaria ufficiale Ferrari Maserati, bene, nella vetrina che prende un angolo di una palazzo, di Maserati neppure l'ombra, chi le vuole vedere, lo portano nell'officcina adiacente o in un parcheggietto laterale, ma in vetrina nisba!!!!!
Maserati tornera davvero grandissima se riuscirà almeno in apprenza a tornare indipendente, anche sotto il punto di vista commerciale.


Ultima modifica di il Lun 11 Feb 2008 - 19:00 - modificato 1 volta.
Torna in alto Andare in basso
parilla77 - Riccardo

parilla77 - Riccardo

Età : 44

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 16:41

MA E' ASSURDO!!!!!

Com'è possibile che nessuno ai "piani alti" imponga certe cose...io posso capire che al singolo concessionario abbiano imposto la vendita anche di maserati e quindi se la possa anche prendere a male...ma chi sta facendo investimenti scelte e politiche varie su maserati, possibile se ne freghi di un'auto in vetrina a Montecarlo??? cos'è, a nessun interessa far vedere la nuova Granturismo a centinaia di passanti che se la possono realmente permettere??? O la Maserati non ha bisogno di pubblicità...??

Boh...certe cose non le capisco....
Torna in alto Andare in basso
AndreaGhibliGT

AndreaGhibliGT

Età : 49

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 18:11

Premetto che quando sono andato, la GT non era ancora ai concessionari, ma le 4 porte erano tenute in officina e una usata nel parcheggino adiacente.
In vetrina avevano un paio di 430 cabrio, una 550 barchetta, 456Gt e una 355, vetture di prestigio sicuramente, ma la 4 porte non avrebbe sfigurato.
La concessionaria è la Monaco Motors, la stessa nel cui sito, accedendo dal sito ufficiale Maserati, le vetrine pululano di 4 porte e gransport. :chiappe:
Sullo stesso sito della concessionaria, le rosse sono sotto Ferrari usate, la Maserati sono sotto un generico "ALTRE MARCHE" è questa sottolineo che è concessionaria ufficiale: http://www.groupe-cavallari.com/ferrari/
Per cui chi snobba le tanto vituperate biturbo perchè vende una GranSport o una GT, ha poco da ridere perche c'e sempre qualcuno al di sopra che snobba tutti!!!!
Torna in alto Andare in basso
Krav
MODERATORE
Krav

Età : 56

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 19:24

@AndreaGhibliGT ha scritto:

"...Sullo stesso sito della concessionaria, le rosse sono sotto Ferrari usate, la Maserati sono sotto un generico "ALTRE MARCHE" è questa sottolineo che è concessionaria ufficiale:..."


Quando si viene a conoscenza di fatti come questi, davvero non si sa più cosa pensare... o meglio, lo si sa eccome, ma non risulta possibile esplicarlo "pubblicamente".

Bah..
Torna in alto Andare in basso
Claudio
MODERATORE
Claudio

Età : 43

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 19:54

Il fatto che il marchio Maserati sia stato dato coattamente ai concessionari Ferrari, è stato a mio avviso un errore gravissimo, perchè ha eliminato aziende serie e competenti che avevano sostenuto il marchio anche negli anni più bui, scaricandolo ai dealers Ferrari che spesso non ne erano troppo entusiasti (all'inizio, perchè ora con Maserati si fanno i soldi...)

scene e aneddoti come quelli raccontati da Andrea sono innumerevoli, ne potei citare decine, anche molto peggiori, di pesante discriminazione del marchio Maserati rispetto al coccolatissimo marchio Ferrari. Una su tutte: in una delle più importanti concessionarie d'Italia, il giorno della presentazione della QuattroporteV Automatica, tale vettura era usata come gancio cui attaccare il tirante di una tensiostruttura, che era stato legato a un cerchione affraid

Tutto ciò ha una spiegazione: questa trasformazione è avvenuta in quegli anni (1997-2005) in cui la Maserati era di proprietà della Ferrari.
Ora che la Maserati non è più di proprietà della Ferrari, anche molti dipendenti dell'azienda si rendono perfettamente conto che questa situazione è penalizzante e la soffrono in qualche modo, ma non è così facile rimediare in breve tempo, oltretutto il marchio "tira" sempre più e ciò significa soldi.

Io penso che almeno nei mercati più importanti il marchio Maserati dovrebbe, per usare una metafora politica molto in voga oggi, "correre da solo"
Torna in alto Andare in basso
Assettocorsa



Età : 45

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 20:39

Ho letto tutti i vari post, tutti veri e tutti giusti, il "leit motiv" (si fà per dire) è sempre quello: che le Maserati siano quasi una "sottomarca" delle Ferrari; il chè divide, perchè con Ferrari il marchio oggi è nuovamente al top "all over the world" (non che prima fosse niente, e ci mancherebbe......ripeto che quando dici Maserati, in ambito automobilistico, chi capisce di auto si alza in piedi e si toglie il cappello!), ma è chiaro che unire 2 marchi tanto nobili e per tradizione altrettanto concorrenti, porti sì benefici economici al "gruppo", ma è altrettanto ovvio che in un contesto simile il ruolo di "Primadonna" lo fà la Ferrari, non certo la Maserati.........sarebbe come se, per fare un paragone calcistico, Moratti che ha già l'Inter si comprasse anche la Juve (e io juventino mi tocco le palle).......penso che da quel momento in avanti sarebbe assolutamente impossibile vedere la Juve che arriva in classifica davanti all'Inter, per ovvi motivi!
Torna in alto Andare in basso
maserati vintage

maserati vintage

Età : 43

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 11 Feb 2008 - 23:27

Forse non tutti i mali vengono per nuocere, e forse il tridente non è stato tanto sfruttato come si è detto, bensì aiutato dal marchio ferrari a riconquistare la fama perduta. Secondo me è stata la ferrari ad essere usata, proprio come una madre che accudisce il figlio( il tridente) e lo aiuta a vivere nel mercato internazionale. Gia oggi possiamo dire che il marchio Maserati ha acquistato forza vigore e comincia ad essere in grado di "AUTOALIMENTARSI", vivendo e sopratutto crescendo.
Un domani potrà anche riprodursi, introducendo qualche bel modello particolare in grado di accontentare tutti.
Prima di fare il lusso bisogna sgobbare, conquistare fette di mercato, essere in grado di sopravvivere e non perire, continuando con l'attuale trend si potrà decidere anche di costruire una BITURBO REPLICA.

stiamo a vedere che succede! gli attuali dirigenti sanno il fatto loro...

Per cio che riguarda il giusto rilievo dato alla Maserati rispetto la ferrari, devo dire che i concessionari di Modica ora spostatisi a Ragusa, hanno dato uguale importanza alle due case, collocandole negli stessi spazi, sempre alla pari.
Che poi io entrando, e potendo scegliere se dirigermi da una parte (maserati) o dall'altra (ferrari), mi sia fiondato sulla prima, credo non faccia testo.

W la MASERATI cheers
Torna in alto Andare in basso
AndreaGhibliGT

AndreaGhibliGT

Età : 49

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mar 12 Feb 2008 - 9:55

La cosa stupefacente che ho notato è la differenza di presentazione da parte della suddetta concessionaria, sul sito Maserati e sul proprio sito, nonche dal vero.
Nella foto sul sito maserati, le vetrine, pululano di tridenti sparsi ovunque, mentre poi nella cruda realtà sono relegati in officina hands23 .
Ora quello che mi chiedo, indipendentemente dall'importanza per Maserati di avere una concessionaria in così tanto altolocato posto, possibile che nessun ispettore della casa, indaghi sul trattamento ricevuto dalle proprie vetture?
Torna in alto Andare in basso
parilla77 - Riccardo

parilla77 - Riccardo

Età : 44

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mar 12 Feb 2008 - 9:59

Appunto!!!! Quello che dico anch'io!!!
Torna in alto Andare in basso
Lucky

Lucky

Età : 53

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mar 12 Feb 2008 - 10:01

Non saranno in vetrina, ma per strada in Versilia di nuove coupè ne ho viste parecchie e si sa... da lì partono un sacco di mode. farao
Torna in alto Andare in basso
Claudio
MODERATORE
Claudio

Età : 43

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mar 12 Feb 2008 - 13:38

In azienda se ne rendono conto, ma non è così semplice cambiare le cose in breve tempo...

Questa è l'eredità che ci ha lasciato la Ferrari

Prima era "padrona", ora padrona non è più ma esercita comunque il suo controllo
Torna in alto Andare in basso
sroby1

sroby1

Età : 49

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mar 12 Feb 2008 - 16:10

Caro Caludio potrei inserire questa frase dalla famosa canzone di Vasco ?? "Siamo solo noi....ehh"
Purtroppo è cosi e questo si ripercuote anche sull'usato Maserati non solo sul nuovo...
Robi


@Claudio ha scritto:
In azienda se ne rendono conto, ma non è così semplice cambiare le cose in breve tempo...

Questa è l'eredità che ci ha lasciato la Ferrari

Prima era "padrona", ora padrona non è più ma esercita comunque il suo controllo
Torna in alto Andare in basso
Claudio
MODERATORE
Claudio

Età : 43

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mar 12 Feb 2008 - 16:18

@sroby1 ha scritto:
Caro Caludio potrei inserire questa frase dalla famosa canzone di Vasco ?? "Siamo solo noi....ehh"
Purtroppo è cosi e questo si ripercuote anche sull'usato Maserati non solo sul nuovo...

Ma infatti ogni tanto mi chiedo come avete fatto, unici al mondo, a mantenere questa vostra indipendenza... Question

Significa che la stima verso la vostra azienda era tale da essere superiore alla loro brama accentratrice, oppure che avevate un volume di vendite da paura... :!:

Sta di fatto che questo è un grande punto a vostro vantaggio
Torna in alto Andare in basso
sroby1

sroby1

Età : 49

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mar 12 Feb 2008 - 17:21

Claudio credo che sia la storia del Sig Ferasin che la nostra passione abbiano contribuito e non poco alla nostra sopravvivenza!Ne andiamo fieri ma anche un po nostalgici verso chi vendeva Maserati e nei momenti buii ha dovuto abdicare..
Ora pero' si dovrebbero staccare le due strutture perchè Maserati sta camminando con le gambe dei suoi fatturati!
Tante volte come tu ben sai se entri nei saloni e dici ho un 224 tanti venditori ti guardano come un alieno.....e ho detto tutto!


@Claudio ha scritto:
@sroby1 ha scritto:
Caro Caludio potrei inserire questa frase dalla famosa canzone di Vasco ?? "Siamo solo noi....ehh"
Purtroppo è cosi e questo si ripercuote anche sull'usato Maserati non solo sul nuovo...

Ma infatti ogni tanto mi chiedo come avete fatto, unici al mondo, a mantenere questa vostra indipendenza... Question

Significa che la stima verso la vostra azienda era tale da essere superiore alla loro brama accentratrice, oppure che avevate un volume di vendite da paura... :!:

Sta di fatto che questo è un grande punto a vostro vantaggio
Torna in alto Andare in basso
bruno bg

bruno bg

Età : 38

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: baby maserati   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Mar 12 Feb 2008 - 20:46

ciao ragazzi,su autoblog ci sono le foto di una maserati in prova avvistata in autostrada con carrozzeria granturismo ma passo piu corto .inoltre si parla di un arrivo immenante di una compatta sportiva....
Torna in alto Andare in basso
Krav
MODERATORE
Krav

Età : 56

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 15 Nov 2010 - 13:01

Rileggendo gli interessanti interventi di questo topic, che ricordiamo, è del gennaio 2008, non si può fare a meno di notare come in RC2 si fossero già delineate le "strategie" cher saranno poi adottate per la Maserati:

- "spider" ricavata dalla Granturismo (vabbè, è una Grancabrio, ma il concetto più o meno è quello)

- scissione dalla gestione Ferrari (e in effetti la Ferrari non controlla più direttamente la Maserati)

- nuova Maserati più compatta (e sembra che quasi ci siamo...)


Siamo quasi dei chiromanti! Shocked


Vuoi vedere che tra poco in Maserati qualcuno dirà turboman ?


What a Face
Torna in alto Andare in basso
Claudio
MODERATORE
Claudio

Età : 43

Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1Lun 15 Nov 2010 - 13:06

Infatti, sembra che le nostre preghiere siano arrivate in cielo, almeno per quanto rigiarda i sogni "realizzabili"

Infatti, a quasi 3 anni da questo thread,

- la versione aperta è stata fatta

- la versione da trofeo e relativa stradale sono state fatte

- la vettura compatta a quanto pare verrà fatta

-e a quanto pare torneranno anche i motori sovralimentati

Insomma le caratteristiche perdute si sono ridotte più o meno a una cinquina...

Quello che mi piacerebbe vedere sarebbe il ritorno ai nomi dei venti...

________________________________________
Se un'automobile al primo sguardo manca di stupirmi, sono quasi certo che non sarà un'automobile di successo. [Nuccio Bertone]
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: Il triste decalogo delle caratteristiche perdute   Il triste decalogo delle caratteristiche perdute - Pagina 2 Icon_minitime1

Torna in alto Andare in basso
 
Il triste decalogo delle caratteristiche perdute
Torna in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Successivo

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
 :: M O N D O M A S E R A T I-
Vai verso: